In questa pagina troverai tutte le precisazioni sulla naturopatia e le domande più frequenti.

CHI è il Naturopata?

Il Naturopata esegue trattamenti naturali volti al riequilibrio e al benessere della persona nella sua totalità. Il Naturopata non è un medico, non fa diagnosi nè prescrive analisi, dunque, per qualsiasi disturbo o malattia, bisogna rivolgersi ad un medico. I consigli del Naturopata non sono prescrizioni mediche.

 

Che differenza c'è tra il Naturopata ed il Medico?

Il Naturopata é un operatore non sanitario che valuta il soggetto esaminando le sue predisposizioni costituzionali e si propone di stimolare le sue capacità di riequilibrio nei confronti della disarmonia.
Il medico ha il compito esclusivo di pronunciare una diagnosi di patologia e prescrivere terapie. Egli interviene quando una malattia è già tendenzialmente conclamata.
Il Naturopata, a differenza del medico, non cura la patologia ma ricerca le cause all’origine dello squilibrio che l’hanno generata, intervenendo con la stimolazione delle capacità di autoguarigione dell’individuo, aiutandolo a ritrovare lo stao di armonia e salute, e dovrebbe essere consultato soprattutto in prevenzione.


• Soltanto in caso di necessità e senza alcuna finalità terapeutica, il consulente può suggerire l'uso di sostanze naturali, fitoterapiche ed erboristiche, che integrano la normale alimentazione della persona. Non prescrive perciò nessun farmaco.

• Non si sostituisce mai al medico e n​e consiglia l'immediato consulto nel caso in cui emerga il sospetto di una patologia.Non può sorgere alcun conflitto di interesse tra il Medico e il Naturopata, poiché gli ambiti di studio sono profondamente diversi: il primo si occupa di malattie, ossia delle disfunzioni del corpo o della mente, il secondo di alterazioni bio-energetiche, che non hanno nessun rilievo clinico.

Sto seguendo delle terapie consigliate dal medico, devo sospenderle? 

Assolutamente noSe il Cliente sta seguendo delle terapie sanitarie, deve informare il Professionista Naturopata, che lo invita sempre a non interromperle, e tutto ciò nello spirito di assoluta collaborazione con il medico curante. Il ruolo del Naturopata è di integrare e di completare la medicina ufficiale, anche aiutando a contrastare gli effetti collaterali dei farmaci, anche quelli pesanti come Chemioterapia, Radioterapia, Cortisone etc..  Il vero benessere non è soltanto l'assenza della malattia, ma consiste nell'equilibrio globale sia delle componenti interne sia delle dinamiche relazionali con l'esterno. La Naturopatia è una disciplina complementare, come tale è in grado aiutare l’organismo a rispondere meglio alle cure mediche e a velocizzare la convalescenza, ma non rappresenta mai una terapia, né puo’ sostituirla. Diffidate da chi vi consiglia il contrario.

Il Naturopata è un dietologo?

• NO! I consigli naturopatici in campo alimentare non sono prescrizioni dietologiche: non sono formulati con riferimento ad uno stato patologico e non mirano allo specifico dimagrimento, ma esclusivamente a coadiuvare le funzioni fisiologiche dell'individuo, da riportare in equilibrio lavorando sulle cause.

Che percorso di studi segue il Naturopata?

Il percorso didattico per diventare Naturopata professionista, in linea con gli standard formativi europei, consiste in un triennio di studio, seguito da un anno integrativo e di tirocinio delle materie apprese. Oltre a questo percorso di base, un Naturopata Professionista ha seguito ulteriori percorsi di specializzazione, ed è in costante aggiornamento così come previstro per le CAM (ossia medicine non convenzionali). In Italia la figura del naturopata non è regolamentata, per cui può capitare di entrare in contatto con persone non adeguatamente formate. Il consiglio è quello di affidarsi solo a Consulenti con alle spalle una solida preparazione professionale dimostrata anche dall'apprezzamento e col passaparola. Puoi visionare il mio Curriculum Vitae qui e leggere le recensioni.


IL COMPITO DI UN BUON NATUROPATA E' PRENDERSI CURA DELLA PERSONA NELLA SUA INTEREZZA ed UNICITA’, ALL'INSEGNA DEL BENESSERE  E DELLA CONSAPEVOLEZZA, anche e soprattutto in Prevenzione.